Saltar al contenido

Teschi Messicani

Origine dei teschi messicani

periodico messicanoL’aspetto del teschio messicano come lo conosciamo oggi ebbe inizio nel 1949, quando il quotidiano “El Socialista” iniziò ad offrire epitaffi allegorici (chiamati teschi letterari) in onore di un personaggio, reale o immaginario, che si comportava in modo ipocrita. Quasi sempre era legato alla rivendicazione della ricchezza o all’importanza attribuita ai beni materiali, un modo per esprimere il malessere politico di quel tempo. Questi teschi letterari erano accompagnati da illustrazioni raffiguranti scheletri elegantemente vestiti e insolitamente allegri. Actualmente, il culto dei teschi in Messico sembra  rispondere ad un sentimento religioso già esistente in passato, creando in questo senso una controversia  notevole sulla sua origine reale. Il teschio viene reso popolare in Messico durante il governo di Benito Juárez, in un momento di apertura e consolidamento della repubblica in cui le classi superiori cercano di assomigliare alla élite europea nel loro modo di vestire e comportarsi. Questo viene duramente criticato nei cosiddetti giornali di “combattimento” (di sinistra). Sarebbe José Guadalupe Posada a coniare definitivamente il cosiddetto termine “calavera garbancera”, impostando l’immagine di un teschio vestito alla maniera francese, partecipando ad eventi dell’alta società.

Clicca e Vedi in Amazon
Figuren Shop Gmbh Messicano Teschio Gotico - Sugar Blooms Fantasy-Artikel, Dipinto a Mano

Figuren Shop Gmbh Messicano Teschio Gotico – Sugar Blooms Fantasy-Artikel, Dipinto a Mano

Clicca e Vedi in Amazon
Finally Home - Toppa termoadesiva in Stile Messicano, Motivo: Teschio

Finally Home – Toppa termoadesiva in Stile Messicano, Motivo: Teschio

La Catrina messicana

catrina teschi messicanioIl pittore Diego Rivera, in un murales del 1947, cambierebbe il nome di “garbancera” per l’attuale Catrina, il cui significato è simile al precedente, quello di una persona vestita in forma ostentosa. Nel murales “Sogno di una domenica pomeriggio nell’Alameda Centrale”, la Catrina appare come una dama borghese con al collo un boa di piume, che vive tra le persone comuni. Più tardi, negli anni ’60 a Veracruz, anche  se  precedente da un culto anteriore nasce la figura della “Santa Muerte”, con l’aspetto di una Vergine cristiana che indossa un teschio sul viso. Attualmente, il suo  culto viene associato con  richieste di denaro, amore e salute, viene considerata una divinità giusta, e giustiziera, anche se è particolarmente venerata da persone che rischiano abitualmente la vita. Questo culto si è unito all’immagine della Catrina ed entrambi godono di grande popolarità in tutto il territorio messicano. La Santa Morte si è sviluppata all’interno del seno cattolico sebbene sia stata costantemente respinta da tutto il cristianesimo come un culto diabolico.

Clicca e Vedi in Amazon
Portafogli Dia De Muertos Banned (Nero)

Portafogli Dia De Muertos Banned (Nero)

Clicca e Vedi in Amazon
eschio messicano Senza paura

Teschio messicano Senza paura

Festa messicana – il Giorno dei Morti

festa catrina giorno dei morti messicoUna delle feste messicane più popolari è “il Día de los Muertos”, il Giorno dei Morti. L’1 e il 2  novembre  le persone fanno visita alle tombe dei loro familiari. Il ricordo dei defunti si mescola con una grande festa in cui abbondano immagini che alludono alla morte. Una cosa molto tipica, per esempio, è mangiare marzapane con la forma di un teschio. La particolarità di questa festa e la rappresentazione dei teschi che  hanno una valenza gioiosa, tutt’altro che macabra. Questo è chiaramente visibile dai colori che li accompagnano e che simboleggiano una visione allegra dell’aldilà. L’importanza del distacco dalla vita terrena è cruciale: infatti, secondo la credenza messicana che si rifà alla cultura azteca, se il momento del distacco è vissuto come una festa gioiosa, le anime dopo la morte non potranno essere tristi. Da qui deriva l’allegria con la quale si festeggia questa ricorrenza.

Clicca e Vedi in Amazon
Scaldacollo Multifunzione - Teschio Morte Messicana

Scaldacollo Multifunzione – Teschio Morte Messicana

Clicca e Vedi in Amazon
cadox 775301V - Portachiavi con Teschio Messicano

cadox 775301V – Portachiavi con Teschio Messicano

I Tipici Teschi di Zucchero

TESCHI DI ZUCCHERO MESSICANINonostante rappresenti per noi la celebrazione della morte, in Messico il Día de los Muertos (che per noi sarebbe il giorno della Commemorazione dei Defunti, o Festa dei Morti,), che si festeggia il 2 novembre, è un momento di condivisione. In quel giorno si consumano i tipici teschi di zucchero, le calaveras appunto, che vengono offerti come dono in ricordo dei defunti sugli altari delle offerte e come dolcetto per i bambini. Sono oggetti pittoreschi, molto colorati e decorati con rose e fiori, che, nonostante facciano allusione alla morte, esprimono allegria. Storicamente Tra le culture pre-ispaniche era comune usare i teschi umani come segno di vittoria in guerra, venivano sollevati altari chiamati tzompantli, in cui i teschi erano infilzati e  preservati  per essere mostrati durante i rituali che simboleggiavano la fine del ciclo di vita. Con l’arrivo degli spagnoli, gli Tzompantli e i suoi relativi rituali furono messi al bando, ma data la resistenza della gente a smettere di praticarli, dovettero essere sostituiti da altri, creando così varie tradizioni più in linea con le credenze cristiane degli spagnoli, nasce cosí la tradizione dell’alfeñique calaveritas” Teschi di zucchero”. I dolcetti vengono realizzati con una tecnica introdotta dagli spagnoli, che consiste nel formare una pasta modellabile a base di zucchero di canna mescolata con succo di limone (alfeñique), anche se attualmente la ricetta varia a seconda dello zona messicana in cui viene prodotta, in alcune città  viene aggiunta l’arachide, oppure a Oaxaca  viene aggiunto il miele, in altre viene aggiunta la vaniglia. Il cranio già realizzato  è adornato con  linee dolci di colorante vegetale, comunemente verde, blu, giallo o rosso. Sulla fronte di solito viene scritto  il nome di una persona stimata, di solito vivo. Attualmente, questo  dolce tipico viene realizzato anche con marzapane e cioccolato.

Clicca e Vedi in Amazon
WONGS BEDDING Copripiumino Teschio Copripiumino Floreale Tatuaggio Gotico Set Copripiumino Microfibra Anallergico Halloween 1 Copripiumino e 2 federe Misura King Size 220 * 240cm

WONGS BEDDING Copripiumino Teschio Copripiumino Floreale Tatuaggio Gotico Set Copripiumino Microfibra Anallergico Halloween 1 Copripiumino e 2 federe

Clicca e Vedi in Amazon
Lampada a led 7 colori selezionabili TESCHIO MESSICANO Tatoo tribale Idea regalo originale a batteria + cavo micro USB da tavolo o scrivania

Lampada a led 7 colori selezionabili TESCHIO MESSICANO Tatoo tribale Idea regalo originale a batteria + cavo micro USB da tavolo o scrivania

Festival del Giorno dei Morti

festival del giorno dei morti in messicoOggi, la diffusione del simbolo del teschio  Messicano proietta l’idea che si tratti di una tradizione ancestrale, essendo in realtà di recente creazione, Non sorprende che “il festival del Giorno dei Morti” vanta  il premio UNESCO come capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità. Non si può negare che ha sperimentato vertiginose crescite e diversificazioni. Tra i numerosi campioni troviamo i famosi teschi di Alfeñique, teschi di canna da zucchero con il nome di una persona amata, normalmente viva, scritta sulla fronte. I teschi letterari sono stati trasformati oggi per diventare epitaffi leggeri scritti per parenti o amici sotto forma di epitaffi in cui, in modo comico, sono richiesti prosperità e felicità. Spesso si fa appello a “la huesuda”, “la Parca” o “la Calaca” termini estesi per riferirsi alla morte. Non c’è dubbio che Catrina sia l’elemento più riconoscibile , diffuso e importante del culto della morte messicana, figure, trucco, poster, ecc. Inondano letteralmente i vari festeggiamenti in tutta Messico.

Festival de Calaveras Aguascalientes.

Ad Aguascalientes, città natale di José Guadalupe Posada, ideatore della Catrina, ogni anno si celebra “il Festival di Calaveras”. Il Festival culturale di Calaveras, noto anche come Fiera di Calaveras, è uno degli eventi tradizionali più importanti dello stato di Aguascalientes. È stato fatto dal 1994, fino ad oggi. Il festival de las calaveras viene celebrato l’ultima settimana di ottobre e la prima settimana di novembre allo scopo di preservare le tradizioni popolari relative al giorno dei morti, nonché di rendere omaggio a José Guadalupe Posada, artista di Aguascalientes, riconosciuto a livello internazionale per le sue opere da un privato tragico umorismo che allude al rivoluzionario Messico. In ciascuna delle edizioni più attuali, il festival ha organizzato circa 280 eventi. I punti salienti includono visite guidate al centro storico e panteon, mostre di dipinti, stampe e fotografie; varietà di eventi musicali, spettacoli teatrali, gare di disegno, presentazioni di gruppi di danza, mostre di altari dei morti che sono accompagnati da teschi letterari giocosi, eventi sportivi nazionali e internazionali. Festa di allegria, quindi, dove i simboli della Morte (teschi e tibie) si trasformano in giochi e dolcetti per i bambini (teschi di zucchero e cioccolato), quando i mercati si trasformano in profumate tavolozze di colori. Festa intima, che dà modo alla famiglia di riunirsi con parenti lontani, ma anche festa pubblica nei cimiteri dove le tombe vengono dapprima apparecchiate per banchetti, poi adornate di fiori e illuminate da candele. E musica, sempre tanta musica, nei giorni di vigilia della ricorrenza religiosa. Una particolare attività si svolge una passeggiata notturna “Illuminate the Dead Feet”, svolta sulla collina di Picacho, ai piedi del Cerro del Muerto. Ciò che incorona questo festival è la Parata dei teschi, in cui si possono ammirare innumerevoli allusioni ai morti, e quella che finalmente arriva all’altare dei morti viventi. Secondo i dati dell’Organizzazione, il festival riceve oltre 850 mila visitatori, il che lo rende il secondo evento più importante ad Aguascalientes dopo la Fiera Nazionale di San Marcos, lasciando una fuoriuscita economica di oltre 180 milioni di pesos derivati ​​dal turismo.

La verità è che l’immagine offerta dai teschi nell’attuale Messico è unica, e le ha dato il titolo di “il paese che ride della morte”.

Clicca e Vedi in Amazon
Bar Amigos Decanter in vetro, nero, decorato con un teschio messicano e con tappo di sughero, può essere utilizzato per vini, alcolici e altro, ispirato al giorno dei morti celebrato in Messico

Bar Amigos Decanter in vetro, nero, decorato con un teschio messicano e con tappo di sughero, può essere utilizzato per vini, alcolici e altro, ispirato al giorno dei morti celebrato in Messico

Clicca e Vedi in Amazon
Gifts 4 All Occasions Limited SHATCHI-910 - Bicchierini da liquore con teschio 3D, 4 pezzi, colore: Crema

Gifts 4 All Occasions Limited SHATCHI-910 – Bicchierini da liquore con teschio 3D, 4 pezzi, colore: Crema

Il Culto dei Teschi

teschi messicaniIl culto dei teschi non è esclusivo del Messico, in quanto deriva dal culto dei morti, una delle forme di culto più estesa nelle varie epoche storiche e praticata praticamente in ogni cultura del pianeta. In Mesoamerica, per oltre 3000 anni la grande maggioranza dei loro popoli ha venerato le ossa dei loro antenati come se fossero rappresentazioni dei loro dei, in particolare i loro teschi, che consideravano una modalità di comunicazione con l’altro mondo. Ma sarebbero i Mexica o gli Aztechi a dimostrare maggiore devozione al simbolo del cranio, varcare le soglie del culto familiare e trasferirlo in templi e oggetti di potere.
Uno degli esempi più scioccanti è lo Tzompatli, letteralmente “file di teste”, costituito da picchetti verticali attraversati da picchetti orizzontali in cui sono stati inseriti i teschi dei nemici, e quindi posizionati su un altare. Nella capitale Tolteca, quando arrivarono gli spagnoli furono trovati 60.000 teschi umani, un evento che segnò la fine della religione locale e l’abolizione di queste pratiche.

Clicca e Vedi in Amazon
Tim and Ted Giorno della Morte Unisex con Cappuccio Messicana Teschio di Zucchero

Tim and Ted Giorno della Morte Unisex con Cappuccio Messicana Teschio di Zucchero

Clicca e Vedi in Amazon
Giorno dei morti velo,

Forum Novelties 74922 giorno dei morti velo, taglia unica

Il culto del cranio rimase in uno stato di letargo per centinaia di anni, tranne che nelle piccole città lontane dalla civiltà, dove fu integrato con il cristianesimo e sopravvive fino alla metà del XX secolo, quando il mito si diffonde in tutto il Messico.

Può anche interessarti: